Fratelli Bianchi

CALL NOW: +12345 67879

Fratelli Bianchi

Pietra Forte Alberese (colombino), Pietra Serena e Pietra Piazza S. Maria Novella
cave proprie, arredo urbano e pavimentazioni stradali
Via L. da Vinci, 52 - 47026 S.Piero in Bagno (FC) - Italy
Tel. 0543/917663 - Fax 0543/901176 - Cell. 335/6120508 - Bianchi Albino Arch.
E-Mail: albino.bianchi@tin.it - f.llibianchi@alice.it

L’azienda

20151107_100917

La materia che costruisce l’architettura, che dà forma figura all’ambiente dell’uomo, incorpora la storia del luoghi, la riferisce attraverso un proprio e specifico linguaggio simbolico.
E’ fondamentale la continuità nel tempo di questa narrazione: la permanenza dei simboli tramandati dalla materia e dalle tecniche in cui essa è composta equivale alla permanenza ed alla sostanza di una cultura, è la base concreta per riconoscere le radici dei “genius loci” e continuare a interpretarne la forza e le vocazioni attraverso l’architettura. Sono principi che si affacciano alla cultura progettuale contemporanea e che tornano a noi dopo un lungo esilio.
Il secolo scorso, moderno per antonomasia, ha preteso di omologare “democraticamente” dei nuovi modi di vivere e di produrre.
La tendenza che si potrebbe definire radicale, è stata quella di considerare l’ambiente un’entità da conquistare e sconfiggere, un organismo alieno su cui imporre la legge dell’uomo, escludendo ogni forma di rapporto tra l’oggetto costruito e il suo contorno, In altre parole il conflitto tra artificio e natura che ha portato ad una deflagrazione in un conflitto insanabile.

Nella pietra la specificità semantica dichiarata e potente, l’evocazione del senso di eccellenza attraverso la storia nelle sue applicazioni, la forza della sua naturalità è palese e immediata, il suo uso accosta l’opera edificata, per quanto sofisticata, alla primordialità dell’atto di costruire; insieme nella pietra si esaltano la nitidezza stereometrica delle superfici e quella infinita creaduttilità delle forme che in epoche più felici, per le sintesi artistiche ha fuso l’architettura e la scultura, la razionalità costruttiva e le eleganze del fraseggio decorativo, fissando nella pietra prima ancora di stili e tecniche (entrambi continuamente rivisitati, incessantemente aggiornati, sempre piegati a nuove istanze culturali ed espressive), un’impronta simbolica un’aperta identificazione delle vocazioni e delle evocazioni. E’ dunque importante riappropriarsi dei materiali della grande tradizione dei valori simbolici, fare uno sforzo di riqualificazione e di approfondimento anche sul versante dell’innovazione come dato culturale e metodologia, di valore strutturale e come condizione ineludibile dell’operare progettuale. Non dobbiamo dimenticarci che la cultura occidentale è principalmente cultura dell’architettura di pietra: i monumenti come l’edificare nei centri storici, ne sono una delle testimonianze in un continuo stratificarsi che si è succeduto nei secoli, gli edifici raccontano il loro rapporto simbiotico che ha conosciuto una pausa d’arresto solo in tempi recenti.

Avendo percepito questo spirito che si rifletteva anche nel nostro settore, negli anni 80 la nostra azienda ha intrapreso in collaborazione con la ditta Botti Pietro, a livello di zona, un percorso di tipo evolutivo e contestuale, dando con notevole sforzo e con l’unico mezzo a disposizione. la pietra un contributo all’identificazione e connotazione del luogo. Lavorando il materiale, abbiamo poi imparato ad amarlo, assecondarlo per le sue qualità tecniche-meccaniche ed estetiche, traendo il massimo rendimento, favorendo le tendenze di accoppiamento e correggendo i suoi difetti.
il materiale è il miglio collaboratore di questa azienda, il nostro mezzo di espressione più efficace e non è vero che è cosa morta, se usato con intelligenza, attivato dalla nostra sensibilità, diventa cosa viva che ripaga ampiamente ad opera compiuta; se male lavorato o impiegato, trova sempre modo, il suo modo a volte severo. di vendicarsi.
E’ stata una riappropriazione della memoria culturale, oggi come in passato, il nostro materiale può e deve veicolare un’intenzionalità a recitare la propria interpretazione del contesto e a riconnettersi ad una tradizione del costruire attraverso l’evoluzione dell’uso tecnico.

Architetto Bianchi Albino

La materializzazione di tale concetto è sintomaticamente riportata nelle varie esecuzioni illustrate nelle altre pagine del sito.